Biografia Lodo Guenzi

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
biografia lodo guenzi stato sociale

Lodovico Guenzi, meglio noto come Lodo, è il leader del gruppo musicale Lo Stato Sociale, formatosi nel 2009 e fattosi conoscere dal grande pubblico grazie alla partecipazione a Sanremo del 2018, quando si classificarono secondi con la canzone ‘Una Vita in Vacanza’. Capelli ribelli, espressione canzonatoria, faccia pulita: con queste caratteristiche, unite a sound orecchiabili e vivaci, non poteva che conquistare subito una platea molto vasta, che comprende non solo ragazzi, ma anche mamme e papà.

Biografia di Lodo Guenzi

Lodo è nato a Bologna, il 1 luglio 1986, sotto il segno del Cancro. Dopo il diploma presso il liceo classico ha proseguito i suoi studi all’Accademia di Arte Drammatica Nico Pepe ad Udine, mostrando fin da subito una propensione per il mondo dello spettacolo, recitando in varie opere e scrivendo personalmente lavori teatrali. Ben presto, però, come egli stesso ha dichiarato nel corso di varie interviste, ha compreso che quella non era la sua strada poiché il teatro, in realtà, è un mezzo che arriva solo a poche persone.

Per questo motivo, abbandonata la recitazione si avvicina di nuovo a quello che era stato il suo primo amore: la musica. Infatti già molto giovane aveva lavorato presso una radio locale di Bologna, facendo il dj insieme ad Alberto Guidetti ed Alberto Cazzola con i quali, poi, fonderà la band.

Tenendo fede alle caratteristiche del suo segno zodiacale, Lodo Guenzi è un personaggio schivo, molto geloso della sua vita privata (della quale si conosce davvero molto poco) e romantico, come egli stesso si definisce più volte. Nel corso degli anni ha imparato a suonare vari strumenti, ma nel gruppo è principalmente la voce anche se suona pure la chitarra, il sintetizzatore ed il piano.

Carriera di Lodo Guenzi

Come accennato, fin da piccolo Lodo ha lavorato presso una radio locale bolognese, Radio Città Fujiko. La musica è sempre stata la sua grande passione per cui nel 2009 fonda la band Lo Stato Sociale, con due storici amici, Alberto Guidetti ed Alberto Cazzola, e due new entry, Enrico Roberto e Francesco Draicchio che si sono aggiunti in un secondo momento.

La sua fortuna e quella del suo gruppo, in realtà, è stata la partecipazione a Sanremo poiché ha permesso loro di uscire da un ambiente di nicchia, fatto anche di video online, per arrivare nelle case di tutti gli italiani che si sono ritrovati a cantare il loro il ritornello orecchiabile e vivace di ‘Una Vita in Vacanza’.

Da quel momento Lodo Guenzi è stato richiestissimo in tv, tanto da essere ospite d’onore alla fortunata trasmissione televisiva X-Factor 11 su Sky. La sua partecipazione è piaciuta così tanto che è stato, poi, richiamato come giudice effettivo nel 2018 per sostituire Asia Argento che ha lasciato per una serie di polemiche ed incomprensioni.

La sua esperienza nel programma è stata senza dubbio positiva, in quanto ha affiancato la band Bowland che è riuscita ad arrivare in finale. Tuttavia Lodo non ha più ripetuto l’esperimento, che si è concluso con quella edizione.

La sua carriera e la sua crescita professionale, del resto, sono fortemente interconnesse con la sua band ed al momento non sembra esserci spazio per altri progetti impegnativi. Ha comunque presentato alcune edizioni del Concertone del 1° maggio da Piazza San Giovanni a Roma, insieme ad Ambra Angioini.

Con grande sorpresa dei suoi fan, però, Lodo è tornato a recitare. A Venezia 77, infatti, in occasione delle giornate di apertura è stato presentato il film ‘Est’, di Antonio Pisu di cui lui è interprete. La pellicola racconta un viaggio a Bucarest nel 1989, poco tempo prima della caduta del muro di Berlino, durante il quale i protagonisti vivranno delle esperienze personali, a contatto con la dittatura, che li cambieranno per sempre.

A settembre 2020, invece, uscirà nei cinema un documentario di Paolo Santamaria dal titolo ‘La piazza della mia città – Bologna e lo Stato Sociale’ che ripercorrere le tappe ed i backstage del concerto in Piazza Maggiore.

Lodo Guenzi e lo Stato Sociale

La fondazione della band Lo Stato Sociale, della quale diventa il frontman, segna una svolta definitiva sia nella vita che nella carriera di Lodo. Il gruppo nasce nel 2009, grazie ai tre amici di una vita, Guenzi, Cazzola e Guidetti, ai quali si uniscono anche Roberto e Draicchio. Gli inizi, come spesso accade, sono stati duri ed il gruppo si è autoprodotto.

Con grandi sacrifici svolgono un tour per l’Italia al quale segue la pubblicazione del primo Ep ‘Welfare Pop’ grazie all’aiuto di Paolo Torreggiani, che li supporta nell’organizzazione di ben 90 concerti in giro per molte regioni. Nel 2011 esce il secondo Ep, ‘L’amore ai tempi dell’Ikea’, con il quale entrano a far parte della casa discografica Garrincha Dischi di Matteo Romagnoli.

Il primo album dello Stato Sociale esce nel 2012 e si chiama ‘Turisti della Democrazia’; esso vede la partecipazione di altri artisti, fra i quali Nicola Manzan. Grazie a questo loro lavoro ottengono molti riconoscimenti, tra i quali la Targa Giovanni Mei ed il Premio SIAE Miglior Giovane Talento. Nel 2014 esce il secondo disco, dal titolo ‘L’Italia Peggiore’ mentre due anni dopo viene pubblicato addirittura il loro romanzo, ‘il Movimento è Fermo’, edito da Rizzoli.

È dal 2017, però, che il gruppo inizia ad ottenere un successo crescente, che poi lo porterà sul palco di Sanremo. Esce, infatti, il terzo album ‘Amore, lavoro ed altri miti da sfatare’ ed il tour in programma permette al gruppo di esibirsi al Forum di Assago, la tappa più importanti fra quelle fatte fino ad allora e grande trampolino di lancio. Nel 2018 si esibiscono a Sanremo ed arrivano secondi; successivamente verrà pubblicata la raccolta ‘Primati’. In molti ricorderanno la performance delle Stato Sociale all’Ariston, anche grazie alla collaborazione con la ballerina inglese Paddy Jones che, all’età di 83 anni, si è lanciata in un ballo scatenato insieme a Nico Espinosa.

A maggio del 2018 è uscito il singolo ‘Facile’ con la collaborazione di Luca Carboni mentre nel novembre dello stesso anno esce un altro singolo ‘Ti voglio bene Denver’.

Ecco, infine, la composizione della band Lo Stato Sociale:

Alberto, detto Albi, Cazzola – voce e basso.

Francesco, detto Checco, Draicchio – percussioni, voce, sintetizzatore sequencer, è nel gruppo dal 2011.

Lodovico, Lodo, Guenzi – voce, chitarra, sintetizzatore, pianoforte.

Alberto, detto Bebo, Guidetti – drum machine, voce, sintetizzatore, sequencer.

Enrico, detto Carota, Roberto – sintetizzatore, voce, pianoforte, rhodes, è nel gruppo dal 2011.

Vita privata

Le fan e le ammiratrici di Lodo sapranno già molto bene che si tratta di un personaggio che tiene molto alla sua privacy, per cui nulla trapela circa la sua vita privata ed i suoi amori, nonostante sia molto attivo sui social. Quel poco che si può carpire, dunque, dipende dalle foto che egli pubblica sui suoi profili. Da poco tempo compare una misteriosa ragazza della quale non si sa nulla. Quindi al momento non è dato di sapere se Lodo sia fidanzato e con chi. Di certo c’è solo che non è sposato e non ha figli, per ora. Vedremo in futuro.

Ciò che ultimamente Lodo ha affidato ai social, invece, è una confessione – sfogo circa un periodo molto duro della sua giovinezza, durante il quale è stato bullizzato dai suoi coetanei per lungo tempo, tanto da essere costretto a cambiare scuola. Egli stesso sostiene che è stato difficile decidere se scrivere o meno circa questo episodio della sua vita; poi si è reso conto che avrebbe potuto essere di aiuto per altri. Il suo aspetto fisico esile, con i capelli biondi e gli atteggiamenti gentili gli avevano fatto attribuire una presunta omosessualità e per questo veniva deriso, chiamato Cinzia e preso a botte. Ora, dice, quei bulli quando lo incontrano lo trattano da star, ma lui non ha mai dimenticato. Nonostante si trattasse di ragazzate delle quali, forse, nessuno di loro ha capito fino in fondo la gravità, Lodo confessa di non essere ancora riuscito a perdonarli.

Curiosità su Lodo Guenzi

Lodo è alto 175 cm e pesa più o meno70 kg. Ha capelli castani e ribelli ed occhi azzurri.

La carriera sua e della band è cominciata nei piccoli bar di Bologna e di tutta l’Italia e lui ricorda con nostalgia quel periodo. In particolare il DLF di Bologna, dove è stato trovato il nome del gruppo, il bar in piazza a Sen Severo, in provincia di Foggia, l’Albatros di Sarnano a Macerata, Pinos a San Severino o l’Old West di Recanati. In fondo la notorietà non ha cambiato né Lodo né gli altri ragazzi della band.

Lodo Guenzi e Matteo Salvini, dopo il Concerto del 1° maggio, si sono scambiati messaggi al vetriolo tramite i social per delle frasi che il leader della Lega Nord avrebbe indirizzato verso le coppie gay.

Durante i primi concerti dello Stato Sociale, lo spettacolo cominciava con una specie di cabaret che prevedeva un dialogo con il pubblico, durante il quale si parlava di vari argomenti di attualità. Una volta hanno organizzato anche una tombola.

Il suo profilo Instagram è @influguenzer dove posta moltissime storie foto.

Forse non tutti sanno che la sua band ha curato la colonna sonora del film Asteroidi

Immagini Lodo Guenzi

biografia lodo guenzi stato sociale
lodo-guenzi-4
lodo-guenzi-2

Video Lodo Guenzi ” Lo Stato Sociale” (Una vita in Vacanza)

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su linkedin